Via Nazionale, 406, 98040 Venetico (Me)

logogrgserramenti-01

facebook
instagram

INFORMAZIONI UTILI
______

 

- Chi Siamo

- Prodotti

- Ristrutturazioni e consigli

- Preventivo

- News

Cerca nel sito
______

 

 

GRG SERRAMENTI

______

 

G.R.G. Serramenti nasce da un'idea imprenditoriale dell'attuale proprietario, che vanta un esperienza trentennale nel settore dei serramenti. La cura nei minimi dettagli, il design e la qualità delle soluzioni proposte mira a soddisfare ogni minima esigenza dei nostri clienti.

CONTATTI
______

 

Indirizzo: Via Nazionale, 406 (ex Vaccarino) 98040 Venetico (Me)
Telefono: +090 9942399
Cellulare: 328 6116010
Email: grgserramenti@gmail.com

 

5.PNG

Contattaci per maggiori informazioni
+090 9942399 - 328 6116010

Orari d'apertura (preferibilmente su appuntamento)

Da lunedi al venerdi: 8:00-12:30 e 14:00-18.30 - Sabato: 9:00-13:00
 

6.PNG

Le Ultime News


facebook

© Copyright G.R.G. Serramenti s.r.l. a socio unico - P.IVA 03341760837 - Capitale Sociale 20.000€ Sede 

WQ

Home         News

1-1144x811

MAR

01

2016

L’importanza dell’isolamento acustico

________________________________________

 

Abitare in pieno centro urbano o in zone periferiche ma movimentate può avere numerosi vantaggi per lo svolgimento delle attività quotidiane, ma altrettanti svantaggi per la salute, legati non solo all’inquinamento atmosferico, ma anche a quello acustico, maggiormente sottovalutato.

 

Spesso si tende a sottovalutare l’importanza dell’isolamento acustico delle abitazioni, soprattutto quando non si soffre di insonnia e si ha il cosiddetto “sonno pesante”. Al contrario di quanto si possa pensare, i rumori, soprattutto durante la notte, influiscono negativamente sul benessere della persona, senza che questa ne abbia alcun ricordo, causando stress, tachicardia, produzione eccessiva di succhi gastrici, difficoltà di concentrazione e stanchezza durante il giorno.

 

L’inquinamento acustico è uno di quei fattori che maggiormente minaccia il nostro equilibrio psicofisico e per questo è importante prevedere, in particolar modo negli elementi della facciata, un buon isolamento sonoro che impedisca la propagazione dei rumori all’interno dell’abitazione.

 

Il suono quando si scontra con un oggetto rigido si scompone in tre parti:

  • una parte viene rimandata verso l’ambiente da cui proviene;
  • un’altra ancora attraversa l’oggetto e si insinua nell’ambiente.
  • un’altra viene assorbita dall’oggetto rigido;

 

In particolar modo bisogna fare attenzione alle finestre, considerate uno degli elementi più critici per l’isolamento acustico. Una finestra fonoisolante in genere deve avere:

 

  • un vetro costituito da strati di diverso spessore: uno esterno (più spesso), due camere d’aria tra i vetri e un infisso con taglio termico che impedisce la trasmissione delle vibrazioni;
  • guarnizioni triple o doppie;
  • serramenti preferibilmente in legno;
  • una corretta gestione del giunto di posa tra infisso e controtelaio e tra controtelaio e muratura.


Per un buon isolamento acustico, da non sottovalutare è il cassonetto delle tapparelle, che spesso consente al suono di passare dentro gli ambienti, quindi è fondamentale che anche questo sia ricoperto da materiale fonoisolante.

louver-9301871280-1144x858

FEB

 18 

2016

Finestre, le caratteristiche dei materiali

________________________________________

 

Le finestre sono costituite da diversi materiali, ognuno dei quali conferisce caratteristiche differenti. Scegliere il materiale giusto è fondamentale perché è da questo che dipendono la capacità isolante, la resistenza ed anche l’estetica delle finestre e quindi anche il comfort degli ambienti.
 

Uno dei materiali più diffusi ed utilizzati nella costruzione di serramenti è il pvc cioè il polivinilcloruro o cloruro di polivinile, un polimero termoplastico. È dotato di eccellenti proprietà isolanti termoacustiche e assicura una buona resistenza, poca manutenzione e lunga durata.

 

Le finestre in legno invece presentano delle ottime prestazioni di isolamento termico. Rispetto ad altri materiali è in grado di assorbire l’umidità degli ambienti nelle stagioni più fredde e tornare allo stato iniziale quando il clima è più secco, un processo che avviene senza intaccare la qualità del materiale. Il legno però rispetto al pvc ha bisogno di una costante manutenzione, almeno un paio di volte l’anno è bene controllare lo strato di vernice che ne protegge la superficie ed intervenire se vi sono dei danni che potrebbero compromettere le sue funzionalità.

 

Le finestre in alluminio, seppur in minore quantità, vengono ancora realizzate. Le proprietà dell’alluminio sono la resistenza, la leggerezza e la possibilità di attuare la tecnica del taglio termico, un metodo che consente di inserire tra la parte interna ed esterna dell’infisso un listello di policarbonato che impedisce il passaggio di calore e di rumore. La presenza di un buon taglio termico e altri elementi con fibra di vetro a bassa conducibilità assicurano un buon isolamento termico e acustico.

 

Le finestre possono essere costituite anche da più materiali presentando diversi vantaggi e spesso anche un costo inferiore.
 

In genere si utilizza il legno per la parte interna e il pvc o l’alluminio per l’esterno, oppure è possibile realizzarli con una struttura portante in alluminio e parte esterna in legno.

 

Insomma le possibilità sono veramente tante, quindi prendetevi tutto il tempo necessario e fatevi consigliare dagli esperti del settore: la scelta del materiale delle finestre va effettuata con cura e attenzione per avere il meglio delle funzionalità e dell’estetica.

Finestra-a-bilico-bianca-768x430

FEB

 03 

2016

Finestre a bilico, soluzione perfetta per le mansarde

________________________________________

 

Non sempre le finestre tradizionali riescono a soddisfare le esigenze degli ambienti, molte volte non c’è spazio a sufficienza per l’intera apertura oppure vengono collocate in pareti non esposte alla luce. Una soluzione a tali problemi può essere l’uso di finestre a bilico, ideali soprattutto per gli ambienti piccoli.

 

Le finestre a bilico spesso vengono confuse con quella a vasistas, in realtà si tratta di due modelli totalmente diversi: le prime presentano cerniere laterali che consentono di aprire l’anta anche in modo tradizionale (verso l’interno), quelle a bilico invece presentano soltanto un perno centrale che può garantire un’apertura orizzontale o verticale (in parte verso l’esterno), in base al modello prescelto.

 

Le finestre a bilico agevolano nell’organizzazione degli spazi e donano agli ambienti la giusta luce, facendoli sembrare più grandi. Risultano ideali per le mansarde, infatti, installate sullo spiovente consentono di sfruttare a pieno tutta la superficie sottostante senza rinunciare alla luminosità.

 

Quando si sceglie una finestra a bilico bisogna tenere presente alcuni fattori:

  • Rapporto aeroilluminante: è importante calcolare la giusta proporzione tra la superficie del pavimento e quella delle finestre per favorire una buona illuminazione dell’ambiente;
  • Forma: possono essere quadrate, rettangolari, trapezoidali di piccola o media dimensione;
  • Posizione: è bene collocare le finestre in punti della stanza esposti alla luce del sole per favorire un fattore medio di luce diurna superiore al 2% che conferirà alla stanza grandezza e influirà positivamente al benessere di chi ci vive.

Questo genere di finestre possono essere dotate di tende oscuranti o tapparelle e possono avere dei vetri che garantiscono un perfetto isolamento termico.

 

Le finestre a bilico rappresentano il modo più semplice per portare luce naturale e aria nei locali piccoli e sottotetto, garantendo una piacevole sensazione di ampiezza.

apartment-1857781280-750x500

GEN

15

2016

Finestre, come scegliere il giusto materiale

________________________________________

 

Le finestre sono un elemento fondamentale per l’isolamento termico di un edificio e per garantire il giusto comfort, sia che si tratti di un’abitazione privata, sia nel caso del luogo di lavoro. Nella scelta dei serramenti giocano un ruolo chiave anche altri fattori tra cui la resa estetica, la manutenzione richiesta dai vari tipi di materiale, i tempi e le eventuali difficoltà di realizzazione e montaggio, nonché, ultimo, ma non meno importante il prezzo.

 

Di solito vengono realizzati in legno, alluminio o pvc e possono anche essere combinati tra loro per ottenere risultati ottimali mettendo insieme il meglio di ognuno.

 

La scelta delle finestre dipende molto dalla posizione geografica e all’esposizione dell’edificio: va da sé che una casa di campagna ha esigenze diverse da un appartamento in centro città; così come vivere in Sicilia prevede opzioni differenti dal vivere in Veneto; allo stesso modo una casa al mare non ha lo stesso tipo di

usura di una casa di montagna. E così via.

 

Detto ciò, per quanto riguarda i materiali di cui sono composti le finestre il legno è un ottimo isolante termico e acustico naturale, per non parlare dell’aspetto estetico che rientra tra i più apprezzati. Tra i difetti delle finestre va valutata la manutenzione necessaria a contrastare gli agenti atmosferici e gli sbalzi di temperatura.

 

I serramenti in alluminio, dal canto loro, resistono meglio alle intemperie, sono più leggeri e versatili e di conseguenza maggiormente adatti a strutture più ampie e a soddisfare esigenze particolari. D’altra parte, l’alluminio ha una minore capacità isolante.

 

Infine, le finestre in pvc uniscono la leggerezza e la malleabilità dell’alluminio alla capacità isolante del legno. Inoltre, questo materiale plastico è relativamente economico, può riprodurre facilmente l’estetica calda e accogliente del legno, ma, se di buona qualità, risulta più resistente e quindi di semplice manutenzione.

125065351785880911639164160204

GEN

 13 

2016

Infissi, detrazione IRPEF 2017

________________________________________

 

La legge di Stabilità prevede la proroga fino al 31 dicembre 2017 le detrazioni dell’IRPEF per le ristrutturazioni abitative, per gli interventi di efficientamento energetico e adeguamento antisismico.

 

Tra gli interventi ammessi all’agevolazione fiscale c’è l’ecobonus per cambiamento degli infissi interni ed esterni.

 

L’inclusione è dovuta al ruolo fondamentale giocato dai serramenti sia per assicurare il benessere e la salute i chi vive in casa, sia nell’ecosostenibilità degli immobili. Infatti, come è noto, dei buoni infissi contribuiscono al buon isolamento termico, abbassando il consumo energetico per il riscaldamento e il raffreddamento della casa e di conseguenza riducendo inquinamento e costi.

 

Possono usufruire delle detrazioni i proprietari degli immobili, i locatari e comodatari, nonché i titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie), inoltre, se a farsi carico delle spese è un familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile, anch’egli potrà godere dell’agevolazione statale.

 

I benefici sono assegnati a condizione che la spesa complessiva non superi i 96 mila euro (per un tetto massimo di 48 mila euro di detrazione); inoltre, i pagamenti dovranno essere effettuati con bonifico parlante, bancario o postale, in cui siano chiaramente indicati: la causale di versamento, il codice fiscale del beneficiario della detrazione e il codice fiscale o la partita IVA del beneficiario del pagamento.

 

Naturalmente, oltre agli infissi, rientrano nell’assegnazione delle agevolazioni tutti gli interventi in generale volti al restauro e risanamento conservativo, alla ristrutturazione e anche alla manutenzione ordinaria e straordinaria degli spazi condominiali. Infine, la legge di Stabilità del 2017 prevede un ecobonus e un bonus per l’acquisto di mobili.

1

2

down-arrowsicon-icons.com70186
ios7-arrow-thin-righticon-icons.com50346
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder