Legge di Stabilità 2017

La legge di Stabilità prevede interessanti agevolazioni per quanto riguarda la ristrutturazione degli edifici e riqualificazione energetica, prorogando fino al 31 dicembre 2017 le detrazioni dell’IRPEF. 

Tra gli interventi ammessi all’agevolazione fiscale anche l’ecobonus per cambiamento degli infissi interni ed esterni.  L’inclusione è dovuta al ruolo fondamentale giocato dai serramenti sia per assicurare il benessere e la salute i chi vive in casa, sia nell’ecosostenibilità degli immobili.

 

Sostituzione vecchi infissi

Per diminuire i costi energetici di riscaldamento e raffreddamento e per avere maggior comfort interno è indispensabile riqualificare energeticamente il foro finestra.
Installando finestre ad alto isolamento termico, sarà possibile notare un notevole risparmio sul consumo di combustibile e sulle spese di riscaldamento dell’abitazione. Tuttavia installare un nuovo serramento risolve solo il 70% circa del problema della dispersione.

Non si può infatti parlare di vera e propria riqualificazione energetica se non si interviene sull’intero “sistema finestra”, con cassonetto, davanzale e controtelaio. La sostituzione dei vecchi infissi  può avvenire senza alcuna opera muraria, in modo rapido e pulito. Il telaio del nuovo serramento viene installato in sovrapposizione al vecchio che fungerà da controtelaio.

Posa Certificata

La scelta di una finestra di qualità non è garanzia assoluta di un buon risultato finale se non siamo certi di avere dei professionisti della posa al nostro servizio.

Una corretta installazione delle finestre è fondamentale per garantire il mantenimento di tutte le prestazioni che caratterizzano la qualità funzionale di un serramento.  Un corretto sistema di posa in opera dei serramenti deve sempre considerare al minimo i seguenti parametri:

  • il tipo di controtelaio
  • il posizionamento dell’infisso rispetto al vano murario
  • la scelta dei materiali di posa
  • la progettazione dei nodi di collegamento
  • la costruzione del nodo primario (fissaggio e sigillatura del controtelaio al muro)
  • la costruzione del nodo secondario (fissaggio e sigillatura del telaio al controtelaio)
  • la soluzione dei dettagli esecutivi di posa nelle situazioni architettoniche più frequenti (tavole grafiche di posa).

I tempi di posa, in particolare per quanto riguarda i serramenti Oknoplast,  sono veramente ridotti e vi permettono di utilizzare la vostra abitazione senza disagi durante la posa.

Pulizia

Gli infissi in PVC godono di un’estrema praticità nella sua pulizia che può essere fatta con normali detergenti neutri. Con piccoli accorgimenti e poca fatica l’aspetto e la funzionalità di questi serramenti rimane pressoché invariata nel tempo.

Telaio
Per la corretta manutenzione del telaio, è sufficiente un normale detergente per rimuovere delicatamente ed efficacemente lo sporco. Bisogna assolutamente evitare le sostanze abrasive e corrosive o i solventi che possono causare scolorimenti irreversibili o la comparsa di micro pori sul telaio.
Per la cura di profili pellicolati si consiglia di utilizzare prodotti adeguati, disponibili nell’offerta della maggior parte dei produttori di serramenti in PVC.

Vetri
Per la pulizia dei vetri è sufficiente un semplice detergente e un panno morbido. Sono consigliabili panni in camoscio o la carta assorbente da cucina.

Nell’offerta Oknoplast è disponibile un kit di pulizia con tutti i prodotti necessari per una corretta manutenzione delle finestre.

Manutenzione

I serramenti in PVC richiedono poca manutenzione, tuttavia, si suggerisce di eseguire un piccolo controllo una volta l’anno.
In particolare è consigliabile ispezionare la ferramenta e le guarnizioni per verificare che le parti metalliche della finestra non si siano allentate o usurate.
Una volta effettuato il controllo tecnico, conviene lubrificare la ferramenta (con appositi prodotti lubrificanti disponibili in qualsiasi ferramenta) e le guarnizioni (a questo scopo sono più adatti i preparati a base di silicone).