Le portefinestre scorrevoli rappresentano una buona soluzione per ottimizzare gli spazi piccoli, conferendo allo stesso tempo un tocco di design.

Le portefinestre scorrevoli sono costituite da ante totalmente vetrate che consentono alla luce e al calore esterni di entrare negli ambienti e di fondersi con il resto dell’arredamento, dando agli spazi una nuova dimensione e rendendoli più luminosi e “ampi”.

Le portefinestre scorrevoli possono essere di due tipi:

  • Alzanti
  • Traslanti 

    Le prime presentano solo un’anta, le seconde sono costituite da un’anta fissa ed una mobile che scorre parallelamente all’altra. In entrambi i modelli le ante si muovono su un binario a filo, riducendo notevolmente gli spazi. Infatti, rispetto alle soluzioni tradizionali non hanno alcun bisogno di prevedere un’area interna per l’apertura delle ante.

    Entrambi i modelli risultano molto comodi in quanto sono in grado di ricoprire ambienti grandi che vanno anche oltre i 2 metri. Risultano dunque perfetti per la copertura di terrazze o per la realizzazione di giardini d’inverno.

    Le portefinestre possono essere costituite da alluminio e pvc oppure da alluminio e legno.

    Per un ottimo isolamento termico è bene che le portefinestre presentino un buon telaio, vetri con doppia o tripla camera e soprattutto un controtelaio per evitare i cosiddetti “ponti termici”, cioè degli spifferi che si creano quando le finestre vengono montate direttamente sul muro con il cemento.

    Le porte-finestre traslanti rispetto a quella alzanti presentano migliori prestazioni dal punto di vista dell’isolamento termico e acustico, ma se dotate di ottime guarnizioni anche quelle alzanti possono avere buone caratteristiche ermetiche.

    Le portefinestre scorrevoli con le loro linee semplici ed eleganti rappresentano un elemento di design moderno unito allo sviluppo tecnologico che proprio grazie alla sua essenzialità si adegua a qualunque tipologia di ambiente.